Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Text Size
Banner
Banner

Ferrara Anche l'Azienda S. Anna in prima fila contro il fumo

ANCHE L’AZIENDA S. ANNA IN PRIMA FILA PER LA LOTTA AL FUMO 

Come ogni anno, il 31 maggio cade la Giornata Mondiale Senza Fumo. 

All’attenzione il tema del fumo nelle donne: secondo i dati epidemiologici le donne e le ragazze costituiscono una parte rilevante da tenere in considerazione per le strategie di controllo. Inoltre, rappresentano il maggior obiettivo delle industrie del tabacco, anche grazie al loro crescente interesse per questa sostanza.

In previsione della celebrazione della Giornata Mondiale dedicata alla lotta al fumo, la Regione Emilia-Romagna, Assessorato Politiche per la Salute ha organizzato la distribuzione, a tutti i nuovi nati in Regione, di un simpatico gadget per ricordare ai loro genitori l’importanza di offrire al proprio bambino un ambiente in cui crescere sano e libero dal fumo.

Il gadget è un bavaglino con la scritta “Grazie… non fumo”, che verrà regalato ai bambini nati nel mese di maggio e ai loro genitori al momento della dimissione. 

L'iniziativa vuole perseguire l'obiettivo di creare un'occasione, per il personale sanitario delle Unità Operative di Ostetricia Ginecologia e Terapia Intensiva Neonatale e Pediatrica dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara, di ricordare ai neo-genitori di questi piccolini, attraverso la consegna del bavaglino e di materiale informativo sui danni da fumo e sui percorsi di disassuefazione, l'importanza di non fumare per tutelare la salute del bambino anche attraverso la protezione dal fumo passivo, e di poter avere aiuto per smettere di fumare avvalendosi di percorsi di disassuefazione, come quelli offerti dai centri antifumo delle Aziende Sanitarie della Regione.

La Campagna proseguirà con il coinvolgimento delle Unità Operative di Pediatria e Chirurgia Pediatrica dell’Azienda per sostenere l’impegno nel percorso di crescita del neonato.

L’iniziativa vuole essere anche un’occasione per ricordare a tutti gli operatori sanitari l’importanza di fungere da modello ed esempio positivo sul luogo di lavoro per pazienti, visitatori e colleghi, a favore di uno stile di vita sano del “non fumare”, a tutela del diritto alla salute di tutti, sostenendo e rafforzando l’intenzione di quei fumatori (operatori pazienti visitatori) che vorrebbero ridurre l’abitudine al fumo o smettere di fumare in un ambiente favorevole.


Tags

NOTIZIE