Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Text Size
Banner
Banner

Ferrara 4 giorni a cavallo per il 40° equiraduno nazionale Fitetrec-Ante

 Dal 2 al 5 giugno 2011: una ‘quattro giorni a cavallo’ presentata il 30 maggio, alla stampa, dal Comune di Ferrara. 

Si tratta del quarantesimo equiraduno nazionale Fitetrec-Ante, un evento che coinvolge il maggior numero di aspetti che una manifestazione potrebbe coinvolgere: il trakking a cavallo, ben diverso dall’ equitazione, che è sia sport e agonismo, ma anche turismo, gusto per il paesaggio, per i luoghi, per la gastronomia, per lo stare insieme; per tutto ciò, insomma, che in tutti i campi può essere definita ‘cultura da assaporare’.

Il percorso si articola dal nord Italia, per concludersi questi quattro giorni a Ferrara: arriveranno a gruppi cavalieri da tutta Italia, e siccome la destinazione è Ferrara, le dodici tratte si articoleranno lungo la fascia che circonda il Po.

Si è assunta l’onere dell’organizzazione Maria Rita Martoni, che espone il programma dettagliato:

Giovedì 2 giugno ore 14.00: all’Ippodromo Comunale di Ferrara si svolgerà la “Monta da Lavoro” (i concorrenti dovranno portare a termine un percorso costituiti da cancelli, barriere e barili), seguita dalla “Gimkana” (prova di abilità e velocità a cavallo).

Venerdì 3 giugno: dalle 9 di mattina alla sera, all’Ippodromo Comunale, ha luogo il campionato ludico addestrativo dei circoli per ragazzi e bambini. Le sfide avverranno su percorsi di piccoli ostacoli e cancelli. Lo stand gastronomico è apertto anche alla sera.

Sabato 4 giugno ore 15.00: arrivo di cavalli e cavalieri da tutta Italia. Cena di Gala che si terrà nel centro di Ferrara presso Palazzo La Racchetta, a cui parteciperanno, oltre ai cavalieri, anche personalità politiche e del mondo equestre.

Domenica 5 giugno ore 9.30:  I cavalieri, radunatisi all’Ippodromo per un saluto alle autorità, inizieranno la sfilata del tour a cavallo che attraverserà la città e i suoi monumenti più suggestivi.

In tutti e quattro i giorni si svolgerà il “battesimo della sella”, nel campo pony: è la prima messa a sella ad un pony di bambini di età non inferiore a 5 anni. Saranno presenti, oltre agli stand gastronomici, mercatini ed intrattenimenti musicali. Per seguire la manifestazione sarà presente il Pony-Bus: ogni 600 metri una carrozza trainata da pony accompagnerà i bimbi lungo il percorso effettuato da cavalli.

Tutti i cittadini sono invitati, e un ottimo lavoro è stato anche fatto per quanto riguarda la sicurezza:ci sarà un’ordinanza questorile qualche giorno prima per definire il ruolo do ognuno, a partire dal corpo di polizia a quello di soccorso. Associazioni di volontariato come i carabinieri in congedo saranno poi presenti per gli aiuti.

Il presidente del comitato regionale Fitetrec e Renato Biagini, consigliere regionale della federazione, motivano la scelta di Ferrara: portare a conoscenza di una città di cultura come Ferrara, tutti i cavalieri che verranno, è uno stimolo per tutti, a partire da loro e a finire con l’incremento del turismo che questa città merita. L’Emilia Romagna poi, è per un progetto di ricostruzione di ponti lungo il Po: i percorsi effettuati avranno luogo lungo queste ippovie. Infine, è un modo per valorizzare l’Ippodromo di Ferrara, che anche se non è all’altezza di altri, lo sarà sicuramente per ospitare gli oltre 500 cavalli e cavalieri che verranno.

Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito www.equiraduno.it oppure www.fite.it .


Tags

NOTIZIE