Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Banner
Text Size
Banner

Ferrara Meeting dell'innovazione Cna, i vincitori di Idea Impresa

 Confronto tra studenti, insegnanti e giovani imprenditori alla giornata conclusiva del Meeting del’Innovazione promosso da Cna. Premiati i vincitori di Idea Impresa
I giovani una priorità per il futuro di Ferrara
Sinergie per superare il distacco tra scuola e impresa

Se l’idea di creare una propria attività si rivela tutt’altro che estranea al mondo dei giovanissimi ferraresi, ma è anzi, per molti un desiderio, come rivela la recentissima indagine realizzata da Cna alla quale hanno risposto in quasi 700 studenti, sicuramente non si tratta di un progetto di breve scadenza. Molto realisticamente, tanti ragazzi ritengono che, per arrivare questo obiettivo, occorra prima fare esperienze lavorative, anche perchè la scu

ola non prepara a questa prospettiva.
Un orientamento che fa discutere, come altri di questa indagine, della quali si è parlato ieri, sabato presso la Sede provinciale dell’Associazione, durante la giornata conclusiva del Meeting provinciale Cna dell’Innovazione, intitolato “Più giovani imprenditori, più innovazione economica e sociale”. Protagonisti del confronto gli studenti Alessia Furia, dell’Istituto Bachelet e Fabio Artioli, dell’ITI Copernico - Carpeggiani, gli insegnanti Mauro M

erlanti, dell’ITI Copernico – Carpeggiani e Maria Rita Maranini dell’Istituto Bachelet, la giovane imprenditrice Agnese Volpe Casolari, il presidente nazionale dei Giovani Imprenditori della Cna, Andrea Di Benedetto.
“E’ un tema cruciale, quello dell’inserimento dei giovani nel tessuto produttivo provinciale - ha esordito il direttore provinciale della Cna, Corradino Merli - al quale l’insieme delle istituzioni del nostro territorio deve guardare con occhi diversi. Ne va della prospettiva stessa della nostra provincia, oltre che del suo sviluppo”.
“Il problema dell’orientamento all’impresa - ha puntualizzato l’insegnante Maria Rita Maranini – non riguarda però solo la scuola: debbono realizzarsi veramente delle sinergie, vere e proprie alleanze formative, tra questa, le famiglie e il territorio”. Ma è indispensabile, innanzitutto, a parere di Cna, realizzare un insieme di condizioni che ne rendano possibile la creazione con minori vincoli e costi.  
“Certo, è difficile oggi fare impresa – ha infatti osservato il presidente nazionale dei Giovani imprenditori Cna, Di Benedetto – E, quindi, dobbiamo  promuovere un sistema di garanzie pubbliche che permettano di avere accesso al credito, una semplificazione ed integrazione dei sistemi normativi per la creazione d'impresa. Ma, soprattutto, occorre creare un clima culturale, nel quale fare impresa è una cosa bella, possibile “.
Essere coerenti e produrre fatti concreti porterebbe al risultato “non di poco conto – ha infine ricordato il presidente provinciale della Cna, Vittorio Mangolini – che così saremmo in grado di trasmettere quel valore d’impresa, fondamentale, attraverso cui un’azienda è il luogo nella quale si esprimono i talenti e si sviluppa in senso positivo l’individualità di ciascuno”.
I VINCITORI DEL CONCORSO IDEA IMPRESA. Al termine della mattinata lo stesso presidente Mangolini, il direttore Merli, Emanuele Borasio, presidente provinciale dei Giovani Imprenditori Cna, Caterina Ferri, assessore provinciale alle Politiche per il Lavoro e la formazione, Piercarlo Scaramagli, della Fondazione Carife, hanno consegnato il premio ai vincitori della odierna edizione del Concorso Idea Impresa Cna – Sezione studenti Istituti Superiori.
Primo classificato (4 mila euro) è risultato  lo studente Andrea Zambelli di Bondeno, per il progetto: “La rivoluzione Sociale del Kenaf” – utilizzo di porzioni di aree pubbliche, come i cigli delle strade, per la coltivazione del Kenaf (pianta simile alla canapa, dagli usi versatili), da affidare a persone diversamente abili.
Secondi classificati pari merito:
•    la Classe Quinta A ragioneria - Istituto Guido Monaco di Codigoro, per il progetto “Idraproof” – creazione di un dispositivo in grado di bloccare la fornitura d’acqua in caso di perdite generate da rotture di tubazioni e gli
•    Massimo Chierici, Federico Dani, Giulia Pizzinardi, Matteo Rimessi - Istituto professionale "Luigi Einaudi" Ferrara, per il progetto “New - web TV” – Creazione di una Web tv dedicata ai giovani tra i 18 e i 25 anni che si affacciano al mondo del lavoro.
Terzi classificati pari merito :
•    Classe Terza F - Istituto Liceo "G. Carducci" - Ferrara per il progetto “Ciapa e Porta a Ca” – creazione di un take away di prodotti della gastronomia ferrarese.
•    Classe Quarta G - IPSSAR “O.Vergani” – Ferrara, per il progetto “Ferrara Green Village” – creazione di una struttura turistico – ricettiva condotta da giovani neo-diplomati


Tags

NOTIZIE