Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Text Size
Banner
Banner

Ferrara Un convegno per mettere in relazione la cartografia unica e il federalismo fiscale

 Un convegno in Castello Estense per mettere in relazione la cartografia unica e il federalismo fiscale 

“Il valore e l’esperienza della collaborazione tra la Provincia di Ferrara e i Comuni nella prospettiva del costruendo federalismo fiscale comunale” è il titolo del convegno svolto in Castello Estense, cui hanno preso parte la presidente della Provincia, Marcella Zappaterra, il sindaco di Portomaggiore, Gian Paolo Barbieri, il direttore di Area, Raffaele Alessandri, e i consulenti e direttore Anci Emilia-Romagna, Paola Rossi, Gian Paolo Artioli e Gianni Melloni.

I lavori sono stati coordinati e conclusi dall’assessore provinciale alla Pianificazione territoriale, Patrizia Bianchini.

Punto focale della discussione è stato lo schema di decreto legislativo del governo in tema di federalismo fiscale, che intende mettere nelle mani dei Comuni la partita della fiscalità immobiliare.

“Una decisione – ha detto Marcella Zappaterra nel suo intervento introduttivo – che presuppone un sistema di conoscenze sugli immobili e più in generale sul territorio incardinato sui Comuni”.

Il passo successivo del ragionamento è stato in riferimento alla necessità di integrare le banche date territoriali e fiscali e favorire l’integrazione fra  processi edilizi e catastali per un sistema che abbia innanzitutto il requisito dell’equità.

Già nel giugno del 2010 la Provincia organizzò un incontro su innovazione tecnologica e nuovo Portale cartografico, realizzato con lo scopo di mettere insieme dati e informazioni di diversi enti sul piano della gestione delle informazioni del territorio: aziende pubbliche, Agenzia del territorio, Consorzi di bonifica, Comuni, Ordini professionali, ecc …). Un lavoro utile, fu sottolineato, per semplificare la vita di amministrazioni, cittadini e imprese.

Proprio sul tema dell’integrazione fra banche dati territoriali la Provincia è da tempo impegnata, come ha ricordato la presidente Zappaterra, “e ciò ha consentito già da diversi anni – ha detto – l’erogazione di servizi del Portale cartografico dei Comuni, rivolti non solo ai Comuni stessi, ma anche alle aziende multiutilities”.

Nel 2002, infatti, l’amministrazione del Castello Estense coordinò per l’intero territorio la prima fase delle attività per la costruzione della carta geografica unica insieme con la Regione, i Consorzi di bonifica, i Comuni e l’Agenzia del territorio.

Un passo avanti che ha consentito di disporre dal 2005 di una cartografia aggiornata trimestralmente dall’ufficio Sig – Centro servizi della Provincia, con le informazioni provenienti dai soggetti istituzionali e non coinvolti nell’iniziativa.

“Si può dire – ha concluso la presidente della Provincia – che il territorio ferrarese, anche grazie all’azione della Provincia, si caratterizza come l’unico della regione in cui i processi di integrazione dei servizi relativi alla cartografia, al Suap e al Catasto, presentano caratteristiche di diffusione totale e di assoluta eccellenza”.

 


Tags

NOTIZIE