Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Text Size
Banner
Banner

Ferrara S.Anna: presentati i nuovi direttori di Oncologia e Radioterapia

 PRESENTAZIONE NUOVI DIRETTORI DI UNITA’ OPERATIVA:

DOTT. ANTONIO FRASSOLDATI (ONCOLOGIA)

E DOTT. GIANPAOLO ZINI (RADIOTERAPIA) 

Si è svolta questa mattina alla presenza del Direttore Generale del S. Anna, dott. Gabriele Rinaldi, la conferenza stampa di presentazione dei due nuovi Direttori delle Unità Operative di Oncologia e di Radioterapia, rispettivamente il dott. Antonio Frassoldati e il dott. Giampaolo Zini.

Abbiamo estrapolato dall’House Organ aziendale “Sant’Anna & Notizie” l’intervista “in parallelo” ai due nuovi professionisti. Unitamente a queste note saranno inviate alcune fotografie della conferenza stampa. 

DOTT. GIAMPAOLO ZINI

Perchè la scelta dell’Ospedale S. Anna?

Dopo un’esperienza di direzione di radioterapie in altre città (Pescara dal 2004 al 2008 e Pesaro dal 2008 al 2011, dove ho avuto il piacere di collaborare con il dott. Rinaldi) ho colto l’occasione di tornare in Emilia, dove avevo già lavorato presso l’Ospedale di Reggio Emilia. A Ferrara ho trovato, in un sistema sanitario regionale di eccellenza, una dotazione tecnologica tale da permettere di erogare prestazioni che coprono la quasi totalità dei trattamenti che possono essere richiesti ad una struttura di radioterapia.

Qual è la  situazione attuale dell’Unità Operativa che Lei sta dirigendo?

Attualmente sono garantite sia le attività di routine che le possibilità di sviluppo per tecniche nuove. I medici in servizio costituiscono un’équipe molto affiatata; il personale tecnico, infermieristico ed amministrativo è particolarmente motivato.

Vorrei ricordare l’apporto della struttura di fisica Sanitaria, che collabora attivamente con noi e ci assicura la possibilità di operare in assoluta sicurezza, senza dimenticare l’esperienza del direttore, il dott. Candini, garanzia di scelte tecnologiche innovative e idonee a fornire prestazioni fruibili.

Quali sono i progetti per i primi mesi del suo nuovo incarico?

Il più imminente è l’avvio della radioterapia intra-operatoria, che inizialmente sarà limitato alla patologia mammaria secondo le indicazioni del progetto regionale cui partecipiamo. Siamo anche molto interessati a collaborare alla creazione ed alla messa a punto dei percorsi aziendali; la radioterapia è normalmente alla fine dei percorsi e può costituire un collo di bottiglia, per cui il ruolo del radioterapista nelle fasi decisionali può costituire una garanzia di corretto funzionamento. Inoltre stiamo pensando alla nuova struttura, consci che saremo l’ultimo reparto a trasferirsi data la necessità di smontaggio e rimontaggio degli Acceleratori per radioterapia esterna, nonché per l’acquisizione di una nuova unità con caratteristiche innovative nel settore. Alcune unità, come ad esempio quelle per Brachiterapia ad alto dose-rate e l’Acceleratore per Radioterapia intra-operatoria, essendo unità mobili trasportabili senza grandi difficoltà, potrebbero però entrare in funzione non appena saranno attive le sale operatorie. 

DOTT. ANTONIO FRASSOLDATI

Perchè la scelta dell’Ospedale S. Anna?

Ferrara e Modena, mia città natale,  condividono storia e tradizioni, quindi a Ferrara  mi sento “di casa”. Ma soprattutto, le caratteristiche di Azienda Integrata Ospedaliero - Universitaria del S. Anna, con lo stretto legame fra assistenza, ricerca e didattica, offrono una risposta ottimale ai bisogni dei pazienti, coniugando prestazioni appropriate, efficaci  e personalizzate, e permettendo una costante ed attenta innovazione della pratica clinica.

Qual è la  situazione attuale dell’Unità Operativa che Lei sta dirigendo?

L’U.O. di Oncologia è in grado di erogare tutti i trattamenti oncologici per le diverse patologie neoplastiche, sia per le terapie standard che per i trattamenti di ultima generazione, grazie all’elevata professionalità del personale medico ed infermieristico. Sono attivi numerosi percorsi assistenziali pluridisciplinari e percorsi integrati con il Servizio di Assistenza domiciliare e con l’Hospice (la nostra struttura ha ricevuto recentemente un riconoscimento europeo in questo ambito). L’U.O. di Oncologia coordina anche il Programma Funzionale Interaziendale di Oncologia (PFIO), sviluppato con gli altri Ospedali della Provincia.

Quali sono i progetti per i primi mesi del suo nuovo incarico?

 

Definiremo percorsi multidisciplinari intra ed interaziendali per ogni patologia, per stabilire linee guida diagnostico-terapeutiche in una visione paziente-centrica, così da giungere ad una effettiva presa in carico del paziente ed all’attivazione di ambulatori comuni. Definiremo standard di riferimento che propongano ai cittadini un’offerta di servizi moderna, appropriata ed efficiente; in più sarà riqualificata l’area delle degenze ordinarie. Ritengo importante favorire la ricerca; essa permette un migliore aggiornamento del personale e soprattutto offre ai pazienti opzioni innovative di trattamento. Infine vorrei favorire il legame con il territorio. I cittadini devono conoscere le potenzialità offerte dalla nostra struttura, attraverso momenti di informazione diretta ed indiretta. Vorrei migliorare i rapporti con i Medici di Medicina Generale, che sono la vera cerniera fra ospedale e cittadini, coinvolgendoli in programmi di aggiornamento e di co-gestione del paziente oncologico; non da ultimo, vorrei cercare il sostegno del volontariato.

 

Di seguito pubblichiamo i CV dei due professionisti 

DOTT. GIAMPAOLO ZINI

Nato a Castelnovo ne' Monti il 7.3.1956 ed ha conseguito il Diploma di Maturita' Scientifica a Reggio Emilia nell’anno 1975.

Ha conseguito il diploma di Laurea in Medicina e Chirurgia in data 27.1.1983 presso la Universita' di Bologna discutendo la Tesi "I linfomi non Hodgkin del tratto gastro-intestinale" e riportando la votazione di punti 110/110 e Lode.

Presso l'Istituto di Radioterapia L. Galvani della Universita' di Bologna è risultato vincitore della Borsa di Studio Ugo ed Evaristo Stefanelli dell'Universita' di Bologna per la ricerca in campo oncologico e geriatrico (anno acc. 1985-1986).

Ha conseguito successivamente il Diploma di Specializzazione in Oncologia (Bologna 15.7.1986) discutendo la tesi "Radiosensibilita' in vitro di linee cellulari leucemiche stabilizzate in coltura liquida" e riportando la votazione di punti 70/70 e Lode.

E’ stato assegnatario di Incarico dalla Universita' di Bologna nell’anno 2007 relativamente al programma di ricerca "Calcolo del Volume Neoplastico mediante trasposizione di immagini radiologiche nei pazienti affetti da Sarcoma di Ewing".

Ha conseguito il Diploma di Specializzazione in Radioterapia Oncologica (Bologna 22.10.90) discutendo la tesi "La radioterapia post-operatoria delle neoplasie rettali" e riportando la votazione di 70/70 e Lode.

Ha prestato servizio come segue:

Presso Unità Sanitaria Locale n. 9 di Reggio Emilia, Servizio di Radioterapia dell’Ospedale S. Maria Nuova:

dal 27.12.88 al 31.8.91 come Assistente Medico di Radioterapia a tempo pieno, di ruolo;

dall'1.9.91 al 30.6.94 come Aiuto Corresponsabile di Radioterapia a tempo pieno di ruolo.

dall'1.7.94 al 31.12.94 a come Dirigente Medico di I° livello di Radioterapia fascia A a tempo pieno.

Presso l’Azienda Arcispedale S. Maria Nuova, Unità Operativa di Radioterapia, dall’1.1.95 al 5.12.96 come Medico di I livello dirigenziale fascia A, dal 6.12.96 al 31/7/1999 come Medico di I livello dirigenziale e dal 1/8/1999 a L 21.12.2004 come Dirigente Medico di Radioterapia (con incarico dirigenziale di Alta specializzazione quale responsabile delle apparecchiature radioterapiche e dei controlli di qualità ai sensi del D. Lgs. 230/95 conferito il 14/9/1998.

E’ stato consulente di radioterapia oncologica presso la AUSL di Modena dal 1.1.1997 al 31.12.1998.

Dal 22.12.2004 al 31.1.2009 ha prestato servizio in qualità di Direttore di Struttura Complessa Ospedaliera di Radioterapia presso l’Ospedale Clinicizzato dello Spirito Santo di Pescara, ASL di Pescara.

Dal 1.8.2008 è stato consulente radioterapista presso l’Azienda San Salvatore di Pesaro nella quale dal 1.2.2009 al 31.2.2011 ha prestato servizio come Coordinatore di Direzione di Struttura Complessa.

Dall’1.2.2011 è Direttore della Struttura Complessa di Radioterapia dell’Az. Ospedaliera Universitaria di Ferrara.

Lo scrivente è autore di 140 lavori di cui 100 Comunicazioni e Posters e 40 Pubblicazioni per esteso su riviste nazionali ed internazionali.

DOTT. ANTONIO FRASSOLDATI

Nato a Modena il 28  febbraio 1957.

Lug. 1976    Diploma di Maturità Classica

Ott.  1982  Laurea in Medicina, Università di Modena

Dic.  1985   Diploma di Specialità in Ematologia, Università di Modena

Ott.  1989   Diploma di Specialità in Oncologia, Università di Modena

Nov. 1996   Certificazione Europea in Oncologia Medica da parte di ESMO

Sett. 1989   Dirigente Medico 1° Liv di ruolo, Divisione di Oncologia Medica, Policlinico di Modena

Ott. 1998    Stage clinico presso il Breast Service del Memorial Sloan Kettering Cancer Center di NewYork

Lug   2002   Responsabile Breast Unit, Dip Oncologia ed Ematologia Policlinico di Modena

Apr   2008   Coordinatore Percorso multidisciplinare Az.  Policlinico per il trattamento delle

pazienti con tumore mammario

Feb   2011 Direttore, Unità Complessa Oncologia Clinica, Azienda Ospedaliero Universitaria

S.Anna, Ferrara

Dal 1990     Professore a contratto Scuola Specializzazione in Oncologia, Università di Modena e ReggioEmilia

Dal 2003     Professore a contratto in Oncologia, Corso di Laurea in Dietistica, Università di

Modena e ReggioEmilia

Dal 2006     Professore a contratto in Oncologia, Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia,

Università di Modena e ReggioEmilia 

Membro dell’American Society of Clinical Oncology, dell’European Society of Medical Oncology, della Associazione Italiana di Oncologia Medica 

Attività di ricerca clinica: partecipazione a numerosi trials clinici nazionali ed internazionali.

Autore in oltre 110 pubblicazioni su riviste nazionali ed internazionali, di cui 48 su riviste peer-reviewed .

 


Tags

NOTIZIE