Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Banner
Text Size
Banner

Ferrara: Tanti ferraresi tra gli ultimi nomi scelti per strade, parchi e scuole

 GIUNTA COMUNALE – Tanti ferraresi tra gli ultimi nomi scelti per strade, parchi e scuole

Nuove intitolazioni in ricordo di personaggi illustri

Queste le principali delibere approvate nella riunione della Giunta comunale di martedì 18 gennaio:

Assessorato Cultura, Turismo e Giovani, vicesindaco Massimo Maisto:
Scelti i nuovi nomi di strade, parchi e scuole. Provengono dal mondo della scienza, della musica, della cultura e dell’impegno civile e militare i nomi che sono stati scelti dalla Commissione per la Toponomastica e le pubbliche onoranze, e approvati oggi dalla Giunta, per l'intitolazione di alcune strade, aree verdi e istituti scolastici situati nel territorio comunale.
Tra le nuove vie, per ora presenti solo sulle carte topografiche, figurerà in particolare una strada, con inizio da via Arginone, intitolata alla scienziata ferrarese Enrica Calabresi (Ferrara 1891 – Firenze 1944), da cui si dipartirà una nuova via dedicata al musicista cittadino Villiano Farina (detto ‘Jano’ – Ferrara 1937-1998). L’astrofisico Daniele Dal Fiume (Ferrara 1955 – 2000) darà invece il proprio nome a una nuova strada con inizio da via Alberto Manzi, nella Circoscrizione 4, mentre a Benigno Zaccagnini, deputato e partigiano (Faenza 1913 – Ravenna 1989) sarà intitolata una strada tra via Mario Roffi e via Giovan Battista Alberti, nella Circoscrizione 3.
La strada che da via Ciaccia e da via Urbani (Circoscrizione 3) termina a fondo chiuso, e che in precedenza era stata intitolata al pilota Giorgio Gonelli, sarà invece dedicata a Vittorio Passerini (Ferrara 1928 – 1990) figura di spicco della cultura cittadina del ‘900. Mentre, su richiesta dell’Aeronautica militare sarà trasferita a una nuova strada con inizio da via Modena, l’intitolazione in ricordo del capitano Gonelli, medaglia d’oro al valor militare, che nacque a Ferrara nel 1930 e morì nel 1961 nell'eccidio di Kindu, nell'ex Congo belga, dove rimasero uccisi tredici aviatori italiani, facenti parte del contingente delle Nazioni Unite inviato a ristabilire l'ordine nel paese sconvolto dalla guerra civile.
All’educatrice e benefattrice dell’infanzia Luisa Recalchi Grillenzoni sarà invece dedicato il parco attrezzato (denominato ‘Arcobaleno’) situato davanti alla scuola elementare Tumiati, mentre i giardini tra via Cassoli e via Poledrelli porteranno il nome di Mirco Ferrari (Ferrara 1951 – Meloria 1971) paracadutista tragicamente scomparso nel corso dell’incidente aereo che portò alla morte di 53 militari italiani e inglesi nel corso di un’esercitazione sul mar Tirreno nel novembre 1971. A Giuseppe Garibaldi saranno invece intitolati i giardini di viale Cavour, dove si trova posizionata la statua dell’eroe dei due mondi recentemente restaurata dal Comune con finanziamento della Ferrariae Decus.
Quattro sono poi le intitolazioni ufficializzate per altrettanti istituti scolastici, su richiesta dei rispettivi consigli: la scuola statale d’infanzia di via Galilei, ristrutturata dal Comune nei mesi scorsi, a Bianca Merletti, l’istituto comprensivo di via Fortezza a Corrado Govoni, l’istituto comprensivo n.3 a Filippo De Pisis e l’istituto tecnico commerciale e istituto tecnico per periti aziendali (nato nel 2009 dall’unione degli istituti Vincenzo Monti e Marco Polo) a Vittorio Bachelet.
Due infine sono le targhe che verranno posizionate in due diversi luoghi del centro storico. La prima sarà collocata nei pressi della colonna di Borso d’Este nel volto del Cavallo e porterà la scritta: “Questa colonna su cui poggia la statua del duca Borso venne ricostruita dopo un devastante incendio nel 1719 con pietre sepolcrali tolte dagli antichi cimiteri ebraici della città. Un restauro del 1960 saldò per sempre le bianche lapidi in un unico blocco”.
La seconda targa sarà invece apposta sulla facciata dell’Archivio storico comunale di via Giuoco del Pallone in memoria dello scienziato ferrarese Antonio Campana (1751 – 1832), che operò con vari incarichi all’interno dell’Università cittadina, tra il 1782 il 1823, e fu il creatore del Gabinetto di Fisica e del Laboratorio di Chimica, nonché riorganizzatore dell’Orto Botanico.

(Nella foto la scuola d'infanzia di via Galilei intitolata a Bianca Merletti)

Assessorato Decentramento e Sport, assessore Luciano Masieri:
Nuove tariffe per la celebrazione dei matrimoni civili. Dovrà ottenere anche il via libera del Consiglio comunale l’aggiornamento delle tariffe per la celebrazione dei matrimoni con rito civile approvato stamani dalla Giunta. Gli importi sono stati calcolati forfetariamente come rimborso delle spese a carico dell’Amministrazione, tenendo conto delle ultime variazioni Istat e con differenziazioni in base al luogo e agli orari delle celebrazioni, oltre che alla residenza degli sposi. Le tariffe sono inoltre esenti dall’applicazione dell’Iva, come previsto da una risoluzione dell’Agenzia delle Entrate.
Nello specifico, secondo le nuove disposizioni, ai matrimoni in programma nella sala degli Arazzi del palazzo municipale, da celebrare negli orari di servizio dell’Amministrazione, fra cittadini di cui almeno uno con residenza nel Comune di Ferrara sarà applicata una tariffa di 80 euro, mentre per quelli tra sposi residenti in altro Comune l’importo sarà di 100 euro.
Per le cerimonie in programma al di fuori degli orari di servizio o nelle giornate festive, sarà invece previsto un rimborso di 200 euro per i residenti a Ferrara e di 280 euro per i non residenti. Per i servizi aggiuntivi su richiesta (ad esempio addobbi e utilizzo della sala per rinfresco) la tariffa sarà infine di 150 euro (più iva al 20%), mentre i matrimoni da celebrare nella sala dell’Imbarcadero 1 del castello estense avranno un costo di 250 euro per i residenti e di 300 euro per gli altri cittadini.

Assessorato Bilancio, assessore Luigi Marattin:
All’Udi i locali di via Terranuova per altri quattro anni. Resteranno a disposizione delle associazioni Udi, Centro documentazione donna e Centro donna giustizia per altri quattro anni i locali comunali di via Terranuova 12/b. Sarà infatti ulteriormente rinnovato il contratto di assegnazione stipulato nel 2002 con canone ridotto come da regolamento comunale per la concessione di sovvenzioni e ausili finanziari a persone ed enti pubblici e privati.

Tags

NOTIZIE