Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Text Size
Banner
Banner

Roma: rifiuti a Napoli, non ancora presentato il DL, da oggi gli ispettori UE

 ''Dopo due anni la situazione non e' molto diversa. I rifiuti sono per le strade, non c'e' ancora un piano di trattamento e gestione della differenziata''. E' quanto ha detto il capo degli ispettori Ue, Pia Bucella, che e' da oggi a Napoli per fare il punto sulla gestione del ciclo dei rifiuti.
"Dobbiamo garantire che la nuova direttiva sui rifiuti che entra in vigore il 12 dicembre prossimo e che l'Italia ha già recepita sia pienamente rispettata".
 

Il Quirinale rende noto, in un comunicato:

''La Presidenza della Repubblica non ha ricevuto e non ha quindi potuto esaminare, ne' prima ne' dopo la riunione del Consiglio dei Ministri di giovedi' 18 novembre, il testo del decreto-legge sulla raccolta dei rifiuti e la realizzazione di termovalorizzatori in Campania, che sarebbe stato definito dal Governo''. ''Il Capo dello Stato si riserva pertanto ogni valutazione sui contenuti del testo quando gli verra' trasmesso''.

Napoli intanto è ancora sommersa dai rifiuti. Stamattina, lungo le strade della citta', ci sono 2.900 tonnellate e domani la situazione potrebbe nettamente peggiorare: se oggi non si riuscira' a conferire, si arrivera' ad una quantita' di 3.600 tonnellate di immondizia non raccolta.
Nel centro storico, come nei quartieri Posillipo e Chiaia, la scena non cambia.
 

E da oggi una delegazione della Commissione europea sara' in Campania. La missione dei tecnici intende fare il punto della situazione nella regione, dopo la condanna dell'Italia da parte della Corte europea di giustizia per il mancato rispetto delle regole sulla gestione dei rifiuti


Tags

NOTIZIE