Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Text Size
Banner
Banner

Cremona: scoperta una maxi evasione per 200 milioni di euro

 La Guardia di Finanza di Cremona ha scoperto un giro di fatture false che ha permesso a un centinaio di aziende del Nord Italia, con sedi per lo più in Lombardia ed Emilia Romagna, di evadere circa 200 milioni di euro.

 

Le  Fiamme Gialle, oggi, spiegano che il meccanismo alla base dell' evasione girava attorno "all'emissione e all'annotazione di fatture per operazioni inesistenti".

Tra le aziende coinvolte anche una società cremonese, leader nel settore della commercializzazione e posa in opera di pavimenti.

Questa azienda, "apparentemente insospettabile anche per la considerazione goduta sul mercato, negli anni dal 2004 al 2009, aveva rappresentato lo 'schermo' per mascherare un consistente e vorticoso giro di fatture false, garantendo a sé ed alle altre aziende coinvolte, in via sistematica, illeciti vantaggi fiscali, complessivamente quantificabili in centinaia di milioni di euro", si legge nella nota.

Questa azienda, in pratica, si prestava sistematicamente all'emissione di fatture false nei confronti di numerose società clienti che necessitavano di costi per abbattere i propri utili fiscali, come emerge dalla ricostruzione dei finanzieri

E per "minimizzare l'impatto sul proprio risultato fiscale, avvalendosi di un ben delimitato e rodato parterre di ditte individuali compiacenti, (l'azienda cremonese) contabilizzava costi inesistenti, sempre attraverso l'utilizzo di fatture false di rilevante importo", si legge ancora nella nota.

Le indagini sono coordinate dalla Procura di Cremona ed hanno portato alla denuncia di 13 persone legate alle società coinvolte. Sono partite da oltre 30 segnalazioni per operazioni finanziarie sospette nei confronti di imprese individuali, società e consorzi operanti nel settore edile collegate alla nota società cremonese.

Nel dettaglio, le Fiamme gialle hanno scoperto un'evasione fiscale per 195 milioni di euro, l'emissione e l'utilizzazione di fatture false per un importo complessivo di 181 milioni di euro e 36 milioni di Iva dovuta.

Fonte: Ansa; Reuters 9 set. 2010 - Foto: archivio


Tags

NOTIZIE