Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Text Size
Banner
Banner

Società: Riviera Apuana, distribuiti braccialetti identificativi per non perdere i bimbi in spiaggia

 Ogni anno sono alcune decine i bimbi che, perdendosi in spiaggia, mandano nel panico i genitori e chi li aiuta nelle ricerche. A volte e' difficile capire da quale bagno provengano perche' non si esprimono ancora bene a causa dell'eta' o per lo spavento oppure perche' sono stranieri. 

Per questo motivo si sono elaborate alcune iniziative, volte al riconoscimento della provenienza dei minori in spiaggia, per aiutare a risolvere questo impegnativo problema. L’idea ha alcuni anni ormai, verifico ad esempio un caso segnalato dal Corriere della Sera del 24 giugno 2001 in provincia di Imperia. 

Per quest’anno, moltissimi braccialettini catarifrangenti sono stati stampati dalla Polizia di Stato di Massa Carrara, con il contributo dell' associazione dei balneari e verranno distribuiti ai bagnanti per prevenire lo smarrimento dei bambini sulle spaigge. L'iniziativa e' del questore Girolamo Lanzellotto che ha chiesto la collaborazione del presidente dei balneari di Massa Carrara. I braccialetti verranno consegnati ai titolari degli stabilimenti balneari, a molti alberghi e camping della zona e ad alcune edicole.

Sul braccialetto, realizzato in plastica idrorepellente ed antiallergica, figurano infatti il numero della concessione e del telefono dello stabilimento balneare dal quale proviene il minore.Per renderli oltre che utili gradevoli alla vista, gli oggetti sono stati arricchiti dal logo della Polizia di Stato e dal logo dell'Associazione Riviera Apuana. Inoltre  risulta impossibile riuscire a levarselo dal polso senza l'aiuto di un adulto. 

Fonte: Ansa 12 ago. 2010; Asca 11 ago. 2010, Corriere della sera – Foto: archivio


Tags

NOTIZIE